Monthly Archive: gennaio 2016

Tar petrolio palazzo web 0

Le trivelle si avvicinano nel silenzio assordante della Giunta Pittella

Negli ultimi mesi le notizie in materia di petrolio e di permessi di ricerca di idrocarburi non hanno contribuito certo a dare serenità ai cittadini lucani. Tutt’altro. La situazione appare in rapida evoluzione e purtroppo non sembra di poter dire che ci siano notizie positive per la nostre Regione. L’ultima notizia, solo in ordine di tempo, infatti riguarda il permesso di ricerca di idrocarburi denominato “Palazzo San Gervasio”. Si tratta di una istanza che interessa quasi tutti i comuni ricadenti...

FacebookTwitterGoogle+Condividi
Reddito COPES web 0

Il brutto pasticcio… dei COPES

Pur ritenendo lo strumento dei Copes, utilizzato negli anni scorsi dalla Regione Basilicata, uno strumento fallimentare perché non ha centrato nessuno degli obiettivi che si era prefissato ma ha generato solamente clientelismo e inutile sperpero di denaro pubblico, riteniamo che la soluzione presentata dal Presidente Pittella si è dimostrata peggiore della malattia. Gli ex beneficiari del Copes – il programma regionale di contrasto alla povertà e all’esclusione sociale – sono stati esclusi clamorosamente dalla graduatoria del nuovo piano riguardante il...

Nomin dirigenti po web 0

Troppa discrezionalità per le Nomine P.O. in Regione Basilicata

Dal caso San Carlo ai metodi dei Palazzi di Giunta e Consiglio. Chi porta voti va ripagato e in Basilicata lo si fa con le nomine dirigenziali e/o di alta amministrazione in uffici con funzioni il più delle volte inutili. Il caso San Carlo fa riflettere. Forse per errore o forse volutamente da qualcuno, fatto sta che sul sito dell’Azienda Ospedaliera del San Carlo sono stati pubblicati i nomi dei vincitori prima ancora dell’espletamento della stessa prova selettiva. Su questo...

Incenerimento passo breve web 0

A fianco delle aziende agroalimentari di San Nicola di Melfi contro i nuovi impianti FORSU

E’ arrivato il momento di vederci chiaro perché in materia di gestione dei rifiuti, di ambiente e di tutela della salute pubblica sono troppe le contraddizioni di questa Regione e rimangono tante le ferite aperte. Ai problemi di tutti i giorni che ben sono noti ai cittadini e che le istituzioni continuano sistematicamente ad ignorare, si sono aggiunti nell’ultimo periodo nuovi pericoli, nuove preoccupazioni, nuovi progetti a dir poco scellerati. E’ il caso degli impianti già autorizzati nella zona industriale...