Molto soddisfatti del risultato raggiunto ieri nella seduta di Consiglio straordinario sul soppresso Tribunale di Melfi

tribunale melfiL’approvazione all’unanimità della risoluzione che impegna il Governo regionale a porre in essere ogni atto idoneo finalizzato alla revisione della geografia giudiziaria in Basilicata e alla riapertura del soppresso Tribunale di Melfi e della sezione della sezione distaccata del Tribunale di Matera a Pisticci, è un primo importante passaggio verso una possibile riapertura dello strategico presidio del Vulture-Alto Bradano e dell’area basentana.

Con questo documento si conferisce al Presidente della Giunta regionale ogni più ampio potere, affinché sensibilizzi i ministeri competenti e la Commissione interministeriale di cui al decreto interministeriale dei ministri della Giustizia e per il Sud e la Coesione territoriale del 14.05.2021, ponendo in essere ogni atto idoneo finalizzato alla revisione della geografia giudiziaria in Basilicata e alla riapertura del soppresso Tribunale di Melfi e della sezione distaccata del Tribunale di Matera con sede a Pisticci. Si impegna, inoltre, il Governo regionale a reperire idonee risorse finanziarie per sostenere le spese di funzionamento dei suddetti uffici giudiziari.

Il MoVimento Cinque Stelle Basilicata ha fortemente voluto questa seduta consiliare ed ha apprezzato la disponibilità e la sensibilità del Presidente Bardi e di tutte le forze presenti in Consiglio Regionale, che hanno aderito compatte a questa battaglia.

Ravvisiamo margini di un’azione politica proficua. Il decreto del Ministero della Giustizia e del Ministero per il Sud e la Coesione Territoriale dello scorso mese di maggio ha istituito un organismo che, a nostro avviso, può indurre il Governo rivedere le scelte deleterie degli anni passati.
Il riferimento è alla rivisitazione della geografia giudiziaria con la quale, in maniera improvvida, il Tribunale di Melfi è stato soppresso ed accorpato a quello di Potenza. Una decisione scriteriata che ha portato solo disagi e nessun vantaggio per cittadini, imprese e professionisti, a partire dagli avvocati. Ha lasciato sguarnito uno dei territori della regione più popolosi e dinamici, il Vulture, privandolo anche del Giudice di lavoro, con stabilimenti importanti come Stellantis e i il suo indotto a due passi, e della Procura della Repubblica in un’area da sempre soggetta a diversi appetiti criminali.
Da non sottovalutare anche la posizione baricentrica del Tribunale di Melfi che potrebbe servire anche quei comuni dell’alta Irpinia rimasti scoperti dopo la chiusura del Tribunale di Sant’Angelo dei Lombardi, per il quale non sembrano esserci margini per la riapertura; così come non va trascurata l’importanza di alleggerire il carico di lavoro nel Tribunale di Matera, ripristinando un presidio di legalità in un’altra area importante della nostra regione, quale quella di Pisticci e della Val Basento.

Gli esperti della Commissione avranno il compito di individuare e valorizzare le best practices esistenti al fine di superare eventuali criticità per l’amministrazione della giustizia nei distretti del Sud Italia ed entro il 30 settembre la Commissione trasmetterà ai ministri una relazione sull’esito dei lavori.

Il tempo a disposizione è quindi molto limitato; auspichiamo quindi che il Presidente Bardi rappresenti al meglio le istanze del Consiglio Regionale della Basilicata e ci aggiorni costantemente sugli sviluppi di questa importantissima possibilità per tutta la società lucana.

Gianni Leggieri
Gianni Perrino
Carmela Carlucci 
Gruppo Consiliare M5S Basilicata

FacebookTwitterGoogle+Condividi

You may also like...

Lascia un commento