Sito unico nazionale per il deposito e lo stoccaggio delle scorie radioattive

scorie nucleari webE’ stata protocollata questa mattina dal Movimento 5 Stelle una interrogazione rivolta direttamente al Governatore Pittella e riguardante l’annosa vicenda del Sito unico nazionale per il deposito e lo stoccaggio di scorie radioattive.

Si tratta di una interrogazione volta a comprendere quanto di vero ci sia nelle notizia apparse su diversi giornali nazionali e locali secondo le quali sarebbero stati individuati i comuni di Montescaglioso, Matera, Montalbano Ionico, Banzi e Palazzo San Gervasio come siti papabili per la realizzazione del Sito unico.

Occorre ricordare che il sito unico delle scorie prevede la realizzazione di una struttura ove mettere in sicurezza circa 75 mila metri cubi di rifiuti  radioattivi a bassa e media attività e circa 15 mila metri cubi per lo stoccaggio di quelli ad alta attività.

La scelta della nostra Regione sarebbe l’ennesimo colpo inferto a tutto il sistema Basilicata e sinceramente sarebbe inspiegabile ed inaccettabile anche alla luce delle caratteristiche fisiche e naturali del nostro territorio.

“Per queste ragioni – dice Leggieri –  siamo fortemente preoccupati per quanto riportato dagli organi di stampa e  chiediamo al Presidente Pittella di chiarire se la Basilicata è stata individuata come Regione ove allocare il sito unico delle scorie radioattive e se le indiscrezioni sui possibili comuni individuati siano veritiere. Ma soprattutto, chiediamo al Presidente Pittella cosa intenda fare per scongiurare questo ulteriore pericolo per la nostra comunità”.

Il consigliere regionale M5S

Gianni Leggieri

FacebookTwitterGoogle+Condividi

You may also like...

Lascia una risposta